Stanno arrivando le nuove linee guida per la valutazione degli immobili messi in Asta, che devono conformarsi ai parametri indicati dagli European Valuation Standard 2016 di TEGoVA, dagli International Valuation Standard 2017 e dagli Standard Professionali di Valutazione RICS 2017.

Gli standard che sono stati messi a punto con la collaborazione di ABI e Ordini Professionali intorno ad un tavolo tecnico, potranno essere utilizzati dai giudici, periti, creditori, debitori e tutti coloro che sono coinvolti nella gestione e recupero del credito immobiliare.

Valeria Giancola e Giuseppe Tedesco, consiglieri nazionali dei commercialisti delegati alle Funzioni giudiziarie, spiegano che queste linee guida “sono uno strumento utile e atteso”. La crisi immobiliare e non di questi anni ha fatto crescere  il numero e l’ammontare dei crediti inesigibili, per cui gli operatori del settore aspettavano da tempo un documento che fornisse in modo univoco le direttive per svolgere le proprie funzioni.

Tra i punti più rilevanti approvati, troviamo:

– Il perito assume una maggiore importanza;

– Si definisce il “Valore di mercato” dell’immobile in esecuzione;

– Analisi che individui potenziali rischi della transazione immobiliare;

– Scrittura del certificato di valutazione per la trasparenza delle informazioni.